PAVIMENTAZIONI IN LEGNO

Il pavimento in legno è un evergreen e resta nell’immaginario delle case degli italiani come la scelta più calda, elegante ed oggi alla portata di tutti.

Ancora oggi i materiali pregiati spiccano per eleganza e non è un caso che noi di Ceretti, per scelta, selezioniamo e ricerchiamo solo le migliori essenze e proponiamo ai nostri clienti prodotti unici, di altissima qualità e messi in opera dai nostri maestri posatori. Creati appunto su misura e finiti in opera con pozioni naturali a base acqua per dare una patina finale colorata che sia in tono con il resto delle scelte.

Vediamo quali sono le tre grandi macro categorie:

  1. Pavimento in laminato-Lvt
  2. Pavimento in legno prefinito
  3. Pavimento in legno massello

Pavimento in Laminato.

Quando si parla di pavimento in laminato, non si parla di pavimento in legno nonostante alla vista ormai grazie alle lavorazioni industriali attuali possono ingannare facilmente i poco esperti, perché questi pavimenti ripropongono semplicemente l’effetto di questo materiale tramite gli effetti grafici impressi industrialmente. Un materiale nuovo, innovativo e molto richiesto è l’LVT che a differenza di quelli in PVC o dei laminati, sono prodotti giovani e di nuova produzione. La differenza fondamentale tra i pavimenti in LVT e i pavimenti in PVC, è l’alta qualità estetica dei primi, ma la differenza è anche nella struttura e nella resistenza.

 

Pavimento in legno prefinito.

In assoluto il pavimento più venduto al mondo: è il Parquet!

Il parquet è un legno multistrato realizzato incollando con tecniche particolari, più strati di legno tra loro. La principale caratteristiche chimico-fisica del parquet è l’ottima resistenza agli shock termici e all’umidità che normalmente si concentra sullo strato più sottile che tende a deformarsi, mentre lo strato più spesso tende a controbilanciare con una spinta uguale e contraria. E tutto ciò avviene solitamente in uno spessore totale di meno di un centimetro e mezzo che possono essere sovrapposti anche su due o tre strati. Naturalmente quando la tavola è a tre strati, si compone dei primi due con legno di bassa qualità e l’ultimo strato, quello superiore che vedremo sul pavimento, è invece di legno nobile.

Il parquet è il materiale più usato perché riesce a esprimere diverse caratteristiche sia estetiche che funzionali e le molteplici composizioni con cui si può assemblare, determina anche la qualità ed il prezzo. Pensate di poter avere un parquet realizzato con uno strato meno nobile e due eccellenti. Sarà sicuramente molto diverso di un pavimento in cui si sono usati due strati “poveri” e uno di media qualità.

La durata media di un buon parquet, tenuto con cura e in ambiente climaticamente non ostile, supera tranquillamente i 45/50 anni e questo ne fa il leader indiscusso del mercato.

Solo affidandosi a personale esperto (come quello che trovate nel nostro Show Room di Brescia) potrete mettervi al riparo da incauti acquisti che sembreranno grandi affari ma che avranno dei risultati pessimi nel breve-medio periodo.

In Ceretti prediligiamo sempre l’ottimo per garantirvi i risultati eccellenti.

Se poi vi affidate completamente, sceglieremo l’eccellente per ottenere risultati superbi.

Passiamo ora alla pavimentazione in legno per eccellenza.

 

Pavimento in legno massello.

Solitamente si utilizza il legno di Rovere per realizzare la pavimentazione che storicamente ha arredato le case di tutta Europa da molti decenni. Nelle case nobiliari e nei centri storici era l’unico tipo di pavimento in legno che si trovava e spesso lo si trova ancora in ottime condizioni. Anche il legno massello può essere in legno cosiddetto “prefinito”, cioè sottoposto a levigatura e verniciatura per aumentarne alcune caratteristiche ma che inevitabilmente vanno ad inficiarne altre, quali la stabilità.

Essendo di un materiale puro e non ibridato con altri, la posa in opera del pavimento in legno massello incide sui costi di acquisto del materiale stesso, perché richiede più tempo per essere rifinite prima di essere montate. Anche i tempi di essiccazione sono molto lunghi e questo per garantire una maggiore resistenza all’umidità.

I listoni di legno massello possono essere di spessori che vanno da 1 a 2,2 centimetri.

E’ sicuramente il materiale più nobile ed esteticamente il più bello (anche se con il parquet si ottengono effetti molto simili).

Se alla vista si possono ottenere effetti molto soddisfacenti con tutti i tipi di pavimentazione (specie con parquet e massello), l’odore del legno che scaturisce dal massello non ha paragoni e rimette in contatto il cuore con la natura. Anche questo è benessere psicofisico.